Passa ai contenuti principali

Recensione "Ci vediamo su Facebook" Lavinia Brilli


A cura di Liviana Carlucci 




  • Data di pubblicazione: 4 feb 2015
  • Lingua: Italiano
  • ASIN: B00T7NZ53S
  • Pagine: 181
  • Order Amazon



Lisa ha superato da un po’ i quaranta e si sente in piena mezza età. Tra supermercato e parrocchia, tra un marito misantropo e un lavoro deprimente, la sua vita è spumeggiante come una coca sgasata. Eppure guardandosi intorno vede gli altri quarantenni in pieno fervore, a caccia di divertimento come adolescenti in ritardo di qualche decennio. 
Mentre lei occupa il suo tempo preparando la merenda agli amici dei figli, le sue uniche due amiche passano da un pub a una discoteca, pubblicando immancabilmente i selfie su Facebook per dimostrare ad amici e conoscenti quanto si divertano. E Lisa è proprio tra quelli che si collegano a Facebook per guardare la vita degli altri dal buco della serratura, senza mai pubblicare niente (chi vorrebbe guardare le foto di una consulta scolastica o di una serata davanti alla tv?)
L’annuncio della visita di sua cugina Diana, regina delle serate milanesi e desiderosa di conoscere la vita notturna della provincia, getta Lisa nella disperazione e la costringe a cercare un modo per allargare il suo giro di amicizie.
Dopo aver tentato di tutto, Lisa ha un’illuminazione e architetta un piano per rendere la sua vita più interessante proprio con l’aiuto di Facebook, ma imbranata com’è le sarà difficile evitare figuracce e camminare in equilibrio sul filo delle bugie.
E adesso anche il rischio di perdere il marito è dietro l’angolo… 



Buon Lunedi cari lettori 😘 oggi vi parlo di questo romanzo che mi ha lasciato a dir poco perplessa.

Parto dal presupposto che scelgo i libri da leggere in base alla sinossi (talvolta dalle cover) e non in base alle recensioni, che tra l'altro queste sono tutte positive....mah!!!

Inizio a leggere entusiasta ma dopo poche pagine noto subito dei refusi ma non grammaticali attenzione! È scritto molto bene il libro, lettura fluida veloce, da metà libro meno noioso e più ritmato, con battutine sarcastiche ma senza esagerare.
Quelli che ho visto sono errori di battitura. E non uno o due refusi sporadici ma addirittura tre/quattro in ogni pagina e in quasi tutti i capitoli 😱 è palese che l'autrice self non abbia letto riletto e ririletto il suo "capolavoro".

E badate bene che io leggo tantissimo il self publishing e conosco tantissime autrici che editano da sole i propri romanzi e capisco benissimo il lavoro duro e stressante che c'è dietro, ma nonostante tutto il risultato finale è eccellente.

Posso capire e chiudere un occhio davanti a un errore o due, ma a questì NO!!!
L'autrice ha fatto un lavoro superficiale ed è un vero peccato perché è una storia simpatica e che fa riflettere dopotutto.

Affronta il tema della superficialità delle persone, dove apparire belli su Facebook o  far credere di avere una vita mondana pubblicando foto è alla base di tutto.

Questo la protagonista Lisa quarantenne con poca vita sociale e trascurata dal marito, lo capisce quando si inventa degli amici virtuali per far vedere alla cugina milanese del suo divertimento perché si è autoinvitata da lei per le vacanze di Natale è desidera incontrare gli amici di Lisa.
 Ma viene scoperta sul social e da lì le succedono di tutti i colori.

Ci sono rimasta veramente male e trovandomi di fronte a questi errori banali che nemmeno mio figlio di 10 anni fa! E ho impiegato tanti giorni a leggere un libro che di solito libri di questo genere impiego due massimo tre giorni.

Per me è un NO secco. Ripeto la storia è carina, una bella commediola da leggere quando si ha voglia di staccare un po la spina niente di più! 
Consiglio all'autrice di far leggere la sua storia prima di pubblicarla a un professionista del settore o, se proprio vuole fare da sola, di leggere non una ma dieci, venti, cento volte prima di editarlo, così da far passare al lettore la voglia di cestinarlo!!!





Libro letto e Recensito per la Challenge 
















Post popolari in questo blog

Intervista a Paola Garbarino

A cura di Liviana Carlucci



1. Chi è nella vita di tutti i giorni Paola ? 
2.Come è nato il tuo amore per la scrittura?
3. Hai un momento preferito della giornata in cui ti piace scrivere?
4. Sei uno scrittore di pancia o di testa? Scrivi di getto o rielabori i tuoi pensieri prima di metterli nero su bianco?
5. Quanto c'è di te nei tuoi personaggi?
6. Cosa pensi delle C.E. e del self publishing?
7. Come è il rapporto con i lettori?
8. Pensi che i social favoriscano il successo di un romanzo?
9. Cosa pensi delle critiche negative a un tuo lavoro?
10. Parlaci un po del tuo ultimo lavoro.
11. Progetto per il futuro: hai già un nuovo lavoro in cantiere?

12. La mia è una domanda alla Marzullo 🤣 riguardando indietro con gli anni fino ad oggi, del tuo percorso di scrittrice fatti una domanda e datti una risposta!



Ciao a tutti, grazie per il tempo che mi dedicate 😊
1)Paola nella vita normale è una mamma e una moglie. Fino a due anni fa ero un insegnante di Lettere, alle scuole medie, poi ho seguito …

5 cose che.... #3/ 5 libri che vorrei vedere sul grande schermo

Felice venerdì 😘 bentrovate al terzo appuntamento di questa rubrica ideata dal blog Twins Books Lovers, un'originalissima idea che mi ha appassionato tanto e spero anche a voi ❤
Oggi parleremo di

Ci sarebbero tantissimi libri meravigliosi che vorrei diventassero film di autrici self italiane soprattutto, veramente bravissime 😍 oggi vi presento quelli che mi sono rimasti nel cuore!

1 Questi tre romanzi sono della stessa autrice Naike Ror: credetemi è un genio!
Con Royle è stata bravissima a creare suspance, confusione e paura! Mi ha tenuto incollata dalla prima riga fino all'ultima! Leggetelo se potete non ve ne pentirete 😉


2 - 3 Usheen e 366
Usheen e 366 parlano degli agenti dell' IRA dove si trovano in situazioni e ideali che un tempo credevano fossero giuste. Ricorderete tutti suppongo chi a scuola chi con il telegiornale, la DOMENICA DI SANGUE dove ci fu uno scontro mortale nelle strade tra cattolici e protestanti. Purtroppo ancora oggi il clima che si respira è tesis…

5 cose che...#1: 5 classici che mi vergogno di non aver ancora letto

Buongiorno Maddyne 🤗 finalmente il weekend! Oggi voglio presentarvi una nuova rubrica che ho trovato molto interessante e nello stesso tempo molto simpatica 😊 5 cose che.... ideata dal blog TwinsBooksLovers dove troverete il post di presentazione!
Oggi vi parlo dei

Questi 5 classici che vi presento li ho visti nella trasportazione cinematografica ma ahimè non li ho ancora letti 😱 spero di recuperare la lettura quanto prima anche perché li ho tutti e 5 nella mia libreria😉!

Cime Tempestose di Emily Brontë

Intriso di passioni turbinose come il vento del nord che spazza la brughiera e sibila intorno all'antica casa della famiglia Earnshaw, questa monumentale icona del romanzo europeo restituisce con insuperabile forza drammatica la tragedia di un'umanità sconfitta dalle proprie spietate costrinzioni.

Sogno di una notte di mezz'estate William Shakespeare

Due giovani innamorati in fuga e un gruppo di attori ingannati dagli incantesimi del re degli spiriti sono i protagonisti di …