Passa ai contenuti principali

Cover Reveal "Un Marine per sempre" di Silvia Carbone e Michela Marrucci

Due lutti a distanza di pochi giorni distruggono la vita di Josephine, giovane e attraente ufficiale dei Marines: la prematura perdita del padre, Colonnello dell'Aeronautica americana, e la morte di Travis, l'amore della sua vita, durante una missione in Afghanistan, la spingono a congedarsi prima del tempo e abbandonare la vita militare. Trascorso un anno da quei giorni bui, però, Joe riagguanta le redini della propria vita. Riprende gli studi, ma il destino le gioca un brutto scherzo: per conseguire il master è costretta a fare ricerche informatiche all'interno della base militare Miramar di San Diego. Qui conoscerà il capitano Callhan Meyer, e tutta la serenità che Joe credeva di aver ritrovato scoppierà come una bolla di sapone. Tenere lontano Cal e la strana e incontrollabile attrazione che li lega si dimostrerà più arduo del previsto. Chi ha tanto sofferto ha paura di tornare ad amare, ma non si può resistere per sempre al richiamo dei sentimenti, né ai desideri del…

Recensione "Baby don't cry" di Paola Garbarino

A cura di Mery Giannone 



  • Data di pubblicazione: 26 ott 2017
  • Lingua: Italiano
  • Pagine: 418
  • Link Amazon


Lui non mi aveva mai fatto male. A parte la prima volta, per parecchi secondi per me interminabili ma non l’aveva fatto apposta. E a parte nel mio cuore e lì l’aveva fatto apposta.
Ogni cosa mi faceva pensare a lui, perché Milo era dappertutto.
Ed era dappertutto perché era dentro di me.

Milo e Petra si conoscono dalle elementari e adesso stanno per laurearsi. Da anni sono amici con benefici, trascorrono momenti infuocati nel privato ma quasi si ignorano appena messo piede fuori dal letto. Come sono arrivati a questo punto?
Si può crescere con l’idea del principe azzurro e del lieto fine e non soccombere alla realtà delle relazioni moderne?

Questa è la storia di un piccolo grande amore, come ce ne sono tanti in ogni angolo del mondo, come molti che avrete visto fiorire tra i banchi di scuola, forse capitato a voi stessi. La storia di due ragazzi che il Destino decide di far incontrare, un ragazzo e una ragazza che si conoscono da bambini e crescono insieme, due anime che passano attraverso quell’esperienza straordinaria che è l'adolescenza, il diventare adulti, perdere le illusioni infantili cercando al tempo stesso di non lasciar scivolare via i sogni. 




Chi non ha mai avuto una cotta adolescenziale? Chi non ha mai creduto che il primo amore sia perfetto e intramontabile, che vincerà su tutto e tutti?
La protagonista di questo romanzo, Petronilla, ne era convinta con ogni fibra del suo essere: lei il primo amore l'ha conosciuto in quinta elementare, l'ha riconosciuto perché il suo corpo, nei momenti di forte emozione, le mandava messaggi inequivocabili.
Il primo amore di Petra é stato Milo, un ragazzo solare e chiacchierone, che non perdeva occasione per chiudersi nei bagni della scuola con qualche compagna di studi per fare le prime esperienze sessuali, che amava prenderla in giro per quel loro primo incontro indimenticabile.
Attraverso gli occhi di Petra viviamo la storia, tra capitoli passati e presenti, di questo amore ostacolato e tormentato, il loro primo bacio in terza media, la loro prima volta, le loro paure e le loro emozioni.




"Odiavo che tutti i miei ricordi più importanti, in quel senso, fossero collegati a Milo Romano, mi sembrava che fosse dappertutto: era stato il primo ragazzo che avessi baciato,il primo che avessi toccato, il primo che mi avesse procurato uno di quei fuochi d'artificio che sino ad allora avevo fabbricato da me [...]."

Milo é un protagonista di cui ci si innamora all'istante: il più popolare della scuola, il più bello, non rifugge i suoi sentimenti, non ha mai illuso Petra ed ha aspettato il momento giusto per farle capire che da lei avrebbe voluto di più, non solo qualche bacio rubato, ma anche il suo cuore e la sua anima.
A distanza di anni il carattere di Milo non subisce un brusco cambio di rotta, cosa che invece accade a Petra: nei capitoli che narrano del passato conosciamo una ragazza dolce, timida e innamorata, mentre nel presente appare come una ragazza molto cinica, dotata di un sarcasmo pungente, convinta ormai che i finali da fiaba Disney non esistano, che la realtà rispecchi piu le favole di Andersen.
Inizialmente non l'avrei sicuramente annoverata tra i miei personaggi preferiti, ma più si va avanti con la narrazione e più si comprende che il suo carattere scostante e il suo atteggiamento distaccato nei confronti di Milo sono dovuti a qualcosa che é accaduto nel passato ed è anche per questo che mi sono ritrovata a divorare pagina su pagina per scoprire cosa fosse accaduto tra i due protagonisti.




Il loro rapporto é un susseguirsi di frecciatine e schermaglie, o per lo meno questo é quello che mostrano in pubblico: in realtà la loro é un'amicizia con benefici e quando ne usufruiscono é l'unico momento in cui Nilla e Milo gettano la loro maschera.

"Obbedii, il mio cinismo di solito scompariva, assieme al mio raziocinio e ai miei buoni propositi, non appena lo sentivo dentro di me.
Scompariva la sua stronzaggine."

Milo e Petra si amano, si lasciano, si rincorrono, si perdono. Il loro amore é un colpo di fulmine, ma prende forma e si sviluppa in un ampio arco temporale: dalla quinta elementare sino al periodo universitario siamo testimoni della  nascita di un dolce sentimento tra i protagonisti per poi assistere al suicidio delle loro emozioni, sepolte dall'orgoglio e dalla paura di perdersi, e comprendiamo che ciò che manca a Petra e Milo non è l'amore, ma la comunicazione.

"Potevo capire che a volte il dolore fosse più forte della gioia, forse, semplicemente, il mio ti amo era arrivato troppo tardi, lui aveva aspettato tutta la vita di sentirselo dire."

Liberate la mente e immergetevi in questa lettura dolce e tormentata, che vi farà anche sorridere, in questa storia d'amore che sicuramente potreste trovare in altri romanzi, ma che si distingue per i suoi protagonisti che vi sorprenderanno sino all'ultima pagina, per la delicatezza della penna di Paola Garbarino, perché vi farà tornare indietro nel tempo a quel primo amore che, come dice l'autrice nella premessa, è la base di tutte le nostre relazioni future. 

Voto 4,5




Post popolari in questo blog

Intervista a Paola Garbarino

A cura di Liviana Carlucci



1. Chi è nella vita di tutti i giorni Paola ? 
2.Come è nato il tuo amore per la scrittura?
3. Hai un momento preferito della giornata in cui ti piace scrivere?
4. Sei uno scrittore di pancia o di testa? Scrivi di getto o rielabori i tuoi pensieri prima di metterli nero su bianco?
5. Quanto c'è di te nei tuoi personaggi?
6. Cosa pensi delle C.E. e del self publishing?
7. Come è il rapporto con i lettori?
8. Pensi che i social favoriscano il successo di un romanzo?
9. Cosa pensi delle critiche negative a un tuo lavoro?
10. Parlaci un po del tuo ultimo lavoro.
11. Progetto per il futuro: hai già un nuovo lavoro in cantiere?

12. La mia è una domanda alla Marzullo 🤣 riguardando indietro con gli anni fino ad oggi, del tuo percorso di scrittrice fatti una domanda e datti una risposta!



Ciao a tutti, grazie per il tempo che mi dedicate 😊
1)Paola nella vita normale è una mamma e una moglie. Fino a due anni fa ero un insegnante di Lettere, alle scuole medie, poi ho seguito …

5 cose che.... #3/ 5 libri che vorrei vedere sul grande schermo

Felice venerdì 😘 bentrovate al terzo appuntamento di questa rubrica ideata dal blog Twins Books Lovers, un'originalissima idea che mi ha appassionato tanto e spero anche a voi ❤
Oggi parleremo di

Ci sarebbero tantissimi libri meravigliosi che vorrei diventassero film di autrici self italiane soprattutto, veramente bravissime 😍 oggi vi presento quelli che mi sono rimasti nel cuore!

1 Questi tre romanzi sono della stessa autrice Naike Ror: credetemi è un genio!
Con Royle è stata bravissima a creare suspance, confusione e paura! Mi ha tenuto incollata dalla prima riga fino all'ultima! Leggetelo se potete non ve ne pentirete 😉


2 - 3 Usheen e 366
Usheen e 366 parlano degli agenti dell' IRA dove si trovano in situazioni e ideali che un tempo credevano fossero giuste. Ricorderete tutti suppongo chi a scuola chi con il telegiornale, la DOMENICA DI SANGUE dove ci fu uno scontro mortale nelle strade tra cattolici e protestanti. Purtroppo ancora oggi il clima che si respira è tesis…

5 cose che...#1: 5 classici che mi vergogno di non aver ancora letto

Buongiorno Maddyne 🤗 finalmente il weekend! Oggi voglio presentarvi una nuova rubrica che ho trovato molto interessante e nello stesso tempo molto simpatica 😊 5 cose che.... ideata dal blog TwinsBooksLovers dove troverete il post di presentazione!
Oggi vi parlo dei

Questi 5 classici che vi presento li ho visti nella trasportazione cinematografica ma ahimè non li ho ancora letti 😱 spero di recuperare la lettura quanto prima anche perché li ho tutti e 5 nella mia libreria😉!

Cime Tempestose di Emily Brontë

Intriso di passioni turbinose come il vento del nord che spazza la brughiera e sibila intorno all'antica casa della famiglia Earnshaw, questa monumentale icona del romanzo europeo restituisce con insuperabile forza drammatica la tragedia di un'umanità sconfitta dalle proprie spietate costrinzioni.

Sogno di una notte di mezz'estate William Shakespeare

Due giovani innamorati in fuga e un gruppo di attori ingannati dagli incantesimi del re degli spiriti sono i protagonisti di …